domenica 21 luglio 2013

La parte migliore



VANGELO (Lc 10,38-42)
In quel tempo, mentre erano in cammino, Gesù entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò.
Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. Marta invece era distolta per i molti servizi.
Allora si fece avanti e disse: «Signore, non t’importa nulla che mia sorella mi abbia lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti». Ma il Signore le rispose: «Marta, Marta, tu ti affanni e ti agiti per molte cose, ma di una cosa sola c’è bisogno. Maria ha scelto la parte migliore, che non le sarà tolta».


Questa mattina,dopo aver letto il Vangelo, pensavo a Marta e Maria e a quale delle due mi rappresentava meglio, mentre mi accingevo a preparare i pomodori con il riso.

Era appena spuntato il sole e dovevo fare presto perchè si cuocessero in tempo, per trovarli tiepidi al ritorno dal mare.

Ma alzando il braccio per prendere un tegame, una fitta dolorosissima mi ricorda che l'uso delle braccia è fortemente limitato.

Ho ripensato a tutti i pranzi, le cene, le feste organizzate per gli amici, quando provvedevo a tutto, preoccupandomi che il cibo fosse buono, abbondante e genuino.

Certo che proprio perchè mi accollavo tutto il lavoro non avevo nè tempo nè forza da dedicare agli invitati.

Così gli amici sono scomparsi da quando non posso fare più inviti.

Oggi eravamo io e mio marito a mangiare, ma le braccia mi facevano male.

Ho pensato che forse dovevo cambiare programma, che non si può sbagliare a vita se ti metti in ascolto della Parola.

Ho deciso che gli avanzi di ieri erano sufficienti per entrambi, che avevamo bisogno di ritrovarci, che se non facevo i pomodori con il riso, ci usciva pure la messa e una capatina al mare.

Mi sono scelta la parte migliore e non siamo morti di fame, in tutti i sensi.

4 commenti:

ANGELO ha detto...

La PARTE MIGLIORE di GESU':

I SUOI PIEDI!

Rosella ha detto...

E' bello leggerti perchè sai esprimere ed interpretare così chiaramente, i concetti espressi in un brano di Vangelo, rapportando il tutto alla vita di ogni giorno.

Invece non me ne voglia questo ANGELO, ma dovunque trovo i suoi commenti (forse perchè sono troppo ignorante), io non riesco mai a capirci nulla.

Un caro saluto ed un grande abbraccio!

ANGELO ha detto...

Per CHI IGNORA SOLO perché non CONOSCE.

Isaia 52 (7 in particolare)

BASTA chiedere! Che ni vuol dire SMETTERE di CHIEDERE!

Lucia Nadal ha detto...

Marta si lascia correggere dal Signore.Buona giornata. Ciao a tutti.