venerdì 7 giugno 2013

Ricalcoli




L'intervento, il quattordicesimo, dopo una preparazione adeguata per entrare in sala operatoria (ago infilato nel braccio per la flebo dell'anestesia, camice scarpe e cuffietta, consegna di protesi, catenine, anelli, orologio, dilatazione della pupilla con collirio adeguato, attesa di tre ore davanti alla sala operatoria in ambiente sterile), è stato rimandato a lunedì.
Ho fatto presente che lunedì ho prenotata da tempo la visita di controllo al reparto di ematologia alle 8.
Ma poichè tutto è sulla stessa ala e basta prendere l'ascensore, si possono fare entrambe le cose.
Basta essere pronti a destreggiarsi con il numero che ti danno


Lunedì mi inietteranno l'Ozurdex, il medicinale per cui avevo l'impegnativa.
Ci sarà il primario, l'unico che fa questo tipo di iniezioni, particolarmente dolorose e necessarie di un attento monitoraggio per gli effetti indesiderati.
Mi hanno anche detto che la casa farmaceutica ora fornisce un ago più sottile e quindi il dolore dovrebbe essere inferiore.
Non avevano letto bene i documenti che avevo portato.
Avevo letto e meditato la Parola di Dio, avevo detto il rosario, mi sono affidata al Signore.
  



2 commenti:

dagioia ha detto...

Andrà tutto bene, ne sono sicura, intanto, ti abbraccio, sei una donna paziente e ti affidi a Nostro Signore.
Serena notte!♥

Saray ha detto...

In queste situazioni io credo che l'unica scelta sicura è la "Parola di Dio" come hai fatto tu, e naturalmente pregare che Lui accompagni la mano dei medici.
Spero sia andato tutto bene.
Buona domenica cara Antonietta e un bacione ^_^