giovedì 31 luglio 2014

(Fil 2,10-11)


Nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi
in cielo, in terra e sotto terra,
e ogni lingua proclami che Gesù è il Signore
a gloria di Dio Padre. 



1 commento:

fata confetto ha detto...

Ciao Anto,
ho un bel ricordo legato a questi versetti. Michelangelo, dodicenne, durante una visita al Museo Diocesano di Pienza, rimase indierto e lo trovammo davanti a un pannello che riportava nella cornice questi versetti immensi, in latino.
Era rimasto così affascinato dalla loro solennità che li stava copiando sul cellulare!
Tutte le volte che li recitiamo , mi viene in mente quel momento e mi ha fatto molto piacere ritrovarli qui da te, come spunto di riflessione sul loro grandioso significato.
Ti ho inviato una mail pochi giorni fa, ci sentiamo spero presto:)
Marilena