martedì 10 dicembre 2013

La porta del dolore.




5 commenti:

rosella ha detto...

Il dolore è una costante della tua vita. Mi capita spesso di pensare a te ed alla forza che hai sempre avuto per andare avanti stringendo i denti...... non hai certo avuto una vita facile, ma la certezza che il Signore ti è sempre vicino e ti sostiene, ti dà la forza necessaria per continuare questo cammino terreno.
Auguro a te e a Gianni di passare un buon pomeriggio e Vi stringo in un grande abbraccio!

Saray ha detto...

Ciao Antonietta...torno domani per ascoltare, ora ho i ragazzi qui che chiacchierano con mio marito. Buonanotte :)

Lucia Nadal ha detto...

L'età, il vivere questa vita in due, ci insegna ogni giorno la dolcezza e la tenerezza. Non ho ascoltato, ma tornerò. Buona domenica!

ANGELO ha detto...

PerMETTIMI di chiedere per DONO a Dio per aver TENTATO questa proFESSOressa del SILENZIO e di aver OTTENUTO quel che VOLEVA provare da una CREDENTE in CHI o COSA?
Ha bruciato in un attimo il GIARDINO del FIGLIO SCESO per prendere TUTTI coloro che non hanno più biSOGNO della MORTE per capire che si DEVE accettare quello che si è AVUTO e non piangere in quel che ci è stato TOLTO, solo temporaneaMENTE.

Mi dispiace ma non riesco proprio a sentire questa ARROGANTE, che per spiegare GIOBBE si dimentica di CHI ci ha SPIEGATO TUTTO.
il MIO SIGNORE GESU' CRISTO.
Poi se non vogliono credere e mi rimproverano di rispettare il DOLORE altrui ... IO RISPONDO che non è da TUTTI percepire il DOLORE di DIO che nel Libro di Giobbe è Satana, che riconosce in GIOBBE un ESSERE SUPERIORE e degno di MERITARSI le BEATITUDINI del PADRE che è nei CIELI.

Saray ha detto...

Sono felice di averti sentita cara Antonietta. Ancora tantissimi auguri con tutto il cuore a tutti voi. ^_^