mercoledì 23 gennaio 2013

Il vero culto

 (Mc 3,1-6)
In quel tempo, Gesù entrò di nuovo nella sinagoga. Vi era lì un uomo che aveva una mano paralizzata, e stavano a vedere se lo guariva in giorno di sabato, per accusarlo.
Egli disse all’uomo che aveva la mano paralizzata: «Àlzati, vieni qui in mezzo!». Poi domandò loro: «È lecito in giorno di sabato fare del bene o fare del male, salvare una vita o ucciderla?». Ma essi tacevano. E guardandoli tutt’intorno con indignazione, rattristato per la durezza dei loro cuori, disse all’uomo: «Tendi la mano!». Egli la tese e la sua mano fu guarita.
E i farisei uscirono subito con gli erodiani e tennero consiglio contro di lui per farlo morire.


 E' proprio vero che i bambini ti insegnano il significato più vero, più autentico del Vangelo.

Ieri sera Emanuele, piombatomi d'improvviso sul letto, ha osservato che stavo cercando una medicina tra le tante contenute nel cassetto del comodino.

"Quante medicine nonna, tutte tue?"

"Sì amore, tutte mie. Sto cercando qualcosa che mi tolga questo forte dolore al collo e alle braccia. Forse mi passa se mi fai una preghierina, però".

" Ti faccio un disegno!" mi dice alzandosi di scatto, diretto in tinello.

Rimasta sola con il mio dolore penso a Giovanni che risponde a tono, quando gli chiedo una preghiera e la dice realmente.

"Emanuele è ancora piccolo. Il prossimo anno incomincerà il catechismo e capirà." mi dico per consolarmi.

Poi mi alzo, per la cena, ma dobbiamo aspettare perchè Emanuele deve finire il disegno.

Ci deve mettere pure il nonno dentro l'arcobaleno e i palloncini e la porta per uscire.

Gli chiedo perchè non ha detto una preghiera.

"A guarirti ci pensa Dio", mi risponde.

Matteo 18,3 

In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli.


6 commenti:

Fiorella ha detto...

I bimbi con la loro semplicità, dicono cose profondissime e vere...sono la voce dell'anima. Ti abbraccio

Gus ha detto...

Antonietta, devi credere a Emanuele.
Ciao.

Carola ha detto...

Fantastico :-)

rosella ha detto...

Quanta bontà nell'animo dei bambini.
Che bello quel disegno con la scritta nonna ti voglio bene. L'ha fatto proprio per te, per farti stare meglio.
Per una nonna credo sia una gran gioia avere un nipotino così.
Ciao Antonietta.
Buona serata, ti abbraccio.

Saray ha detto...

Che tenera e illuminata risposta per un bambino piccolo..del resto tu sei la nonna, non poteva che rispondere così. *__* Buona serata cara Antonietta, spero che i dolori siano un po' passati.

dagioia ha detto...

Anto dai un bacione da parte mia a Emanuele e Giovanni.
Hai due tesorini♥♥