venerdì 2 novembre 2012

Li radunerà..

a Sua immagine: li radunerà..: Oggi sono andata alla messa di don Ermete, un vecchio prete, che per l'età, è stato declassato a vice parroco, in una chiesa lont...


Oggi sono andata a messa e con grande gioia ho rivisto don Ermete, che, dopo una lunga assenza per malattia, è tornato a celebrare.
Si è fatto vecchio, don Ermete: cammina curvo sul suo bastone, sorretto da una persona e la messa per la maggior parte del tempo la dice seduto. La sua voce ha perso la forza e l'incisività di un tempo e il microfono non può amplificarla più di tanto.
Oggi non mi ha colpito la sua omelia, che ho sentito a tratti, ma la testimonianza di un uomo che continua a servire la chiesa con il suo corpo.

8 commenti:

Rosella ha detto...

Da quello che scrivi Anto esce fuori la tua grandissima umanità, che è quella di cui tutti abbiamo bisogno senza di essa non si può arrivare a comprendere nulla......
Ciao. Buona giornata.
Un grandissimo abbbraccio!

Gus ha detto...

Il tempo che passa ci prepara alla morte.
Ciao Antonietta.

Lucia Nadal ha detto...

Noi andiamo alla S.Messa delle otto perchè la celebra un vecchio sacerdote di 86 anni. E'un ottimo confessore e predicatore.Spesso accompagna gli ammalati a Lourdes. La prossima settimana andrà in Palestina.Mi mancherà. Come vedi cìè una generazione che ancora crede in ciò che ama e la amare.
Serena domenica nel Signore Anto!

Mr.Loto ha detto...

La forza morale delle persone si vede proprio nei momenti più difficili ...
Un saluto e buon inizio settimana.

Saray ha detto...

E' bello ciò che dici, anche a me è capitato di andare in una chiesa dei frati cappuccini e assistere a una Messa, ed essere confessata da un frate di 90 anni. Erano tutti vecchietti, ma emanavano un amore immenso dai loro occhi. I loro corpi stanchi avevano una vitalità incredibile..evangelizzano solo con la loro presenza. Un abbraccio cara, e chiama quando vuoi. Ricorda solo che al martedì pomeriggio abbiamo il catechismo e al mercoledì l'ora di Spagnolo. Buona serata :)

Anto ha detto...

Non convertiamo con le parole ma con la vita. La testimonianza di questi vecchi e appassionati sacerdoti vale più di tante catechesi dove protagoniste sono le parole e non la Parola. Tanti santi camminano con noi e li si riconosce dal loro stile di vita. Purtroppo andiamo di fretta e preferiamo piuttosto leggere le vite dei santi che ci hanno preceduto che fermarci un poco e accorgerci che ci sono e che potrebbero insegnarci tante più cose su come affrontare i problemi della vita presente che ci accomuna.
@Rosella Troppi complimenti non aiutano a cresere.

vioroma ha detto...

Tanti sacerdoti ci insegnano molto soprattutto con l'esempio. Attraverso la loro debolezza, e la nostra, Dio ci parla

Saray ha detto...

Hai ragione Anto, siamo troppo di fretta, ci perdiamo le cose più belle e importanti. Bacioni cara ^_^