lunedì 27 febbraio 2012

Santità

(Lv 19,2)
“Siate santi, perché io, il Signore, vostro Dio, sono santo".

Già gli uomini nuovi sono sparsi in tutta la terra. 
Alcuni sono ancora difficilmente riconoscibili; ma altri possiamo riconoscerli. Di tanto in tanto li incontriamo.
Le loro voci e le loro facce sono diverse dalle nostre: più forti, più calme, più liete, più raggianti. 
Questi uomini partono da dove i più di noi si arrestano. 
Sono riconoscibili, ma dobbiamo sapere cosa cercare. 
Non attirano l'attenzione su di sé. 
Tu immagini di far loro del bene, mentre sono loro a fartene. Ti amano più di quanto ti amino gli altri uomini, ma hanno meno bisogno di te. Sembrano, di solito, avere una quantità di tempo a disposizione, e tu ti domandi da dove gli venga. 
Quando abbiamo riconosciuto uno di essi, riconoscere il successsivo ci riesce molto più facile. 
E io sospetto molto fortemente (ma come faccio a saperlo?) che essi si riconoscano tra loro immediatamente e infallibilmente, al di là di ogni barriera di colore, sesso, classe, età, e anche dottrina. 
Diventare santi è un po' come aderire a una società segreta. 
Per dirla in termini molto riduttivi dev'essere un gran divertimento.(C.S. Lewis)

5 commenti:

Censorina ha detto...

Siamo in grado di trovare e riconoscere uomini nuovi?

Mr.Loto ha detto...

Direi che la santità è una condizione alla quale tutti dobbiamo aspirare ma che, francamente, non è per tutti...soprattutto perchè la fede, quella vera, è un dono del Signore.
Un caro saluto.

Anto ha detto...

@Censorina
Io ne ho incontrati tanti, e li ho riconosciuti. Purtroppo il bene non fa rumore.Quando parli con loro ti senti inondata di luce, di calore, di pace.
@Mister Loto
Credo che la santità sia il distintivo del cristiano. Siamo santi perchè apparteniamo a Dio, non perchè siamo bravi o buoni.L'appartenenza è uno stato in cui vivere. Appartenere a Dio è vivere la propria identità fino in fondo. Purtroppo siamo portati a vivere conformandoci ai desiderata del mondo.Per questo non siamo santi.

Saray ha detto...

Si, queste persone esistono e sono tante. Quando incontro una di loro ricevo pace e serenità, hanno sempre una parola buona di incoraggiamento. E quando poi ci ripensi, rimane dentro tanta gioia e speranza, e un desiderio di rivederle. Il loro sorriso è un qualcosa di speciale e sincero. E io ringrazio Dio perchè ci sono. Bacioni cara :)

Lucia Nadal ha detto...

Appartenere a Dio fino in fondo.
E' donare un sorriso;
è non alzare la voce;
è ringraziare, sempre.
Uomini nuovi? Speriamo.Abbracci