lunedì 16 gennaio 2012

Viaggio



Sempre più, in questi ultimi tempi ho la sensazione di fare un viaggio, attraverso mondi sconosciuti e spesso ostili.
Sento la mia navicella vulnerabile, attaccata da nemici che cambiano continuamente armi e strategie.
Sento i colpi sul corpo, le lame dei coltelli affilati che mi dilaniano la carne, il fuoco che mi divora, i denti aguzzi dei cani, i loro latrati.
Prego con la Parola di Dio, quando vengono meno le mie
 SALMO 41
Come la cerva anela ai corsi d\'acqua, *
    così l\'anima mia anela a te, o Dio.
L\'anima mia ha sete di Dio, del Dio vivente: *
    quando verrò e vedrò il volto di Dio?

Le lacrime sono mio pane giorno e notte, *
    mentre mi dicono sempre: «Dov\'è il tuo Dio?».

Questo io ricordo, e il mio cuore si strugge: †
    attraverso la folla avanzavo tra i primi *
    fino alla casa di Dio,

in mezzo ai canti di gioia *
    di una moltitudine in festa.

Perché ti rattristi, anima mia, *
    perché su di me gemi?
Spera in Dio: ancora potrò lodarlo, *
    lui, salvezza del mio volto e mio Dio.

In me si abbatte l\'anima mia; †
    perciò di te mi ricordo *
    dal paese del Giordano e dell\'Ermon,
        dal monte Mizar.

Un abisso chiama l\'abisso
        al fragore delle tue cascate; *
    tutti i tuoi flutti e le tue onde
        sopra di me sono passati.

Di giorno il Signore mi dona la sua grazia †
    di notte per lui innalzo il mio canto: *
    la mia preghiera al Dio vivente.

Dirò a Dio, mia difesa: †
    «Perché mi hai dimenticato? *
    Perché triste me ne vado, oppresso dal nemico?».

Per l\'insulto dei miei avversari
        sono infrante le mie ossa; *
    essi dicono a me tutto il giorno:
        «Dov\'è il tuo Dio?».

Perché ti rattristi, anima mia, *
    perché su di me gemi?
Spera in Dio: ancora potrò lodarlo, *
    lui, salvezza del mio volto e mio Dio.


3 commenti:

Censorina ha detto...

Dio ti è molto vicino, cara Antonietta. Sei una persona eccezionale. Il mio pensiero e la mia preghiera sono con te. Buona notte. Ti abbraccio.
Paola

Anto ha detto...

Ciao Paola, non mi sopravvalutare. Di necessità virtù. Dove andare, a chi rivolgersi, quando le risorse umane vengono meno? Tu, meglio e prima di me hai sperimentato quanto conti fidarsi di Dio e a Lui consegnare quanto abbiamo di più caro.
Buona giornata.

Riccardo Paracchini ha detto...

Il problema è nella foto. Prova a cambiarla con un'altra o se persiste problema, a toglierla.