domenica 25 dicembre 2011

Il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi.

  
(Gv 1,1-5.9-14)

In principio era il Verbo,
e il Verbo era presso Dio
e il Verbo era Dio.
Egli era, in principio, presso Dio:
tutto è stato fatto per mezzo di lui
e senza di lui nulla è stato fatto di ciò che esiste.
In lui era la vita
e la vita era la luce degli uomini;
la luce splende nelle tenebre
e le tenebre non l’hanno vinta.
Veniva nel mondo la luce vera,
quella che illumina ogni uomo.
Era nel mondo
e il mondo è stato fatto per mezzo di lui;
eppure il mondo non lo ha riconosciuto.
Venne fra i suoi,
e i suoi non lo hanno accolto.
A quanti però lo hanno accolto
ha dato potere di diventare figli di Dio:
a quelli che credono nel suo nome,
i quali, non da sangue
né da volere di carne
né da volere di uomo,
ma da Dio sono stati generati.
E il Verbo si fece carne
e venne ad abitare in mezzo a noi;
e noi abbiamo contemplato la sua gloria,
gloria come del Figlio unigenito
che viene dal Padre,
pieno di grazia e di verità.



Buon Natale


3 commenti:

Cuoredipizza ha detto...

...e noi abbiamo contemplato la Sua gloria!

Buon Natale, Anto!

Riccardo ha detto...

Buon Natale di Gesù Antonietta e Gianni!

Lucia Nadal ha detto...

E' trascorso il giorno di Natale, ma vivendolo nel cuore c'è ancora oggi e sempre: facciamo che questo sia ciò che abbiamo di più caro.