domenica 13 maggio 2012

Mia madre, la mia più bella invenzione




 “La mia piú bella invenzione, dice Dio, è Maria.
Mi mancava una Mamma e l'ho fatta.
Ho fatto mia Madre prima che ella facesse me.Era piú sicuro.
Ora sono veramente un uomo come tutti gli uomini.
Non ho piú nulla di invidiare loro, poiché ho una Mam­ma, una vera.
Mi mancava.
Mia Madre si chiama Maria, dice Dio.
La sua anima è assolutamente pura e piena di grazia.
Il suo corpo è vergine, per­vaso da una luce che sulla terra mai mi sono stancato di guardarla, di ascoltarla, di animarla.
È bella mia Madre, tanto che, lasciando gli splen­dori del cielo, non mi sono trovato sperduto vicino a lei.
Eppure so bene, dice Dio, cosa sia l'essere portato dagli angeli: beh, non vale le braccia di una mamma, credetemi. Maria, mia Madre è morta, dice Dio.
Dopo che io ero risalito verso il cielo, ella mi mancava, io le mancavo.
Ella mi ha rag­giunto.
Con la sua anima, con il suo corpo direttamente.
Non potevo fare diversamente.
Era necessario.
Era conveniente.
Le dita che hanno portato Dio non potevano immobilizzarsi.
Gli occhi che hanno contemplato Dio non potevano restare chiusi.
Le labbra che hanno baciato Dio, non pote­vano irrigidirsi.
Il corpo purissimo che aveva dato un corpo a Dio non po­teva marcire mescolato alla terra.
Non ho potuto, non era possibile.
Mi sa­rebbe costato troppo.
Ho un bell'essere Dio, sono suo figlio, e comando io.
E poi, dice Gesú, l'ho fatto anche per gli uomini miei fratelli.
Perché ab­biano una Mamma in cielo. Una vera, una di loro, corpo e anima, la mia...
In cielo hanno una Mamma che li segue con gli occhi, con i suoi occhi di carne.
In cielo hanno una Mamma che li ama con tutto il cuore, con il suo cuore di carne.
E questa Mamma è la mia, che mi guarda con gli stessi oc­chi, che mi ama con lo stesso cuore.
Se gli uomini fossero furbi, ne appro­fitterebbero, dovrebbero ben sospettare che io non le posso rifiutare nul­la...
Che volete! È mia Madre.
Io l'ho voluta. Non me ne pento.
L'uno di fronte all'altro, corpo e anima, Madre e Figlio.
Eternamente Madre e Fi­glio
Madre e figli ... ».



M.Quoist

2 commenti:

dagioia ha detto...

Molto bello questo testo!!
Ciao bella, tanti auguri e sereno pomeriggio!

Gus ha detto...

Verameente bello.
Ciao.