sabato 17 gennaio 2015

Non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori.



VANGELO (Mc 2,13-17)
In quel tempo, Gesù uscì di nuovo lungo il mare; tutta la folla veniva a lui ed egli insegnava loro. Passando, vide Levi, il figlio di Alfeo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi». Ed egli si alzò e lo seguì.
Mentre stava a tavola in casa di lui, anche molti pubblicani e peccatori erano a tavola con Gesù e i suoi discepoli; erano molti infatti quelli che lo seguivano. Allora gli scribi dei farisei, vedendolo mangiare con i peccatori e i pubblicani, dicevano ai suoi discepoli: «Perché mangia e beve insieme ai pubblicani e ai peccatori?».
Udito questo, Gesù disse loro: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori».
 
 La fame dell'uomo è sostanzialmente fame d'amore, fame di parole che ce lo comunichino, fame della Parola che salva.
Gesù, la Parola incarnata, guarda Mattteo seduto al banco delle imposte, un luogo dove si è costretti a dare anche ciò che non si ha, e gli rivolge un invito che lo fa alzare. "Seguimi!" La parola di cui si ha bisogno quando vivi il giudizio inclemente della società in cui ti trovi a vivere.
La parola di qualcuno che non ha paura di sporcarsi con te, anzi ti cerca per diventare tuo amico ti rimette in piedi, ti restituisce la dignità perduta. 
Che bello trovare un amicizia disinteressata, che balsamo è sentirsi guardati, amati e chiamati a collaborare con chi ha parole di vita eterna! 
E' Gesù poi che si siede, ma non sta dall'altra parte ad esigere imposte, come Matteo, come ognuno di noi che pretendiamo dagli altri ciò che noi non siamo capaci di dare, di essere.
Lui si siede, mischiandosi ai peccatori, mischiandosi a noi, quando andiamo alla messa, per donare ai commensali una parola di perdono che ti cambia la vita.

2 commenti:

rosella ha detto...

Io rimango senza parole quando leggo i tuoi commenti ai brani di Vangelo, riesci a rendere così chiaro ciò che il Signore in concreto ci dice.
GRAZIE!!
Ciao. Buona serata!
Un forte abbraccio\

Daniela F. ha detto...

Il perdono è il più grande atto d'amore.
Cara Anto un abbraccio grande!♥
Dani